Modello tecnico organizzativo partenariato

Il partenariato costituito per realizzazione del progetto collettivo lavorerà in sinergia per realizzare le attività di formazione e disseminazione di buone pratiche della gestione dei reflui zootecnici al fine di ridurre le emissioni gassose (in special modo ammoniaca), ottimizzazione delle risorse idriche, protezione del suolo da rischio erosivo e valorizzazione del territorio.
A tal fine saranno predisposti degli incontri tecnici con esperti e/o ricercatori operanti sui temi obiettivo del progetto collettivo che per la prima volta saranno riuniti in un unico contesto territoriale in modo da aumentare gli scambi e permettere l’interazione con le aziende sul territorio. Inoltre verranno attivate delle pagine web e di social media che terranno costantemente aggiornati gli operatori del settore sulle ultime tecniche disponibili e modalità di realizzazione, anche attraverso l’individuazione di specifiche opportunità di finanziamento previste dal PSR Campania 2014-2020.
Il soggetto Capofila sarà responsabile delle attività preliminari di studio e inquadramento del territorio per verificare le principali zone di criticità dell’areale oggetto del progetto attivando degli assegni di ricerca. Inoltre sarà il promotore delle attività di divulgazione, selezionando e invitando i principali esperti sia dal mondo accademico che da quello delle professioni. Le prime attività che verranno realizzate saranno la costituzione del partenariato, la pianificazione degli eventi e l’attivazione dei contratti per le external expertise.
Il progetto sarà articolato in quattro fasi principali corrispondenti ai seguenti work package:
– WP1 : Studio preliminare e analisi del territorio
– WP2 : Coordinamento del programma
– WP3 : Organizzazione dei seminari e incontri tecnico/divulgativi
– WP4 : Promozione dei risultati ottenuti