COMUNICATO STAMPA – SOS AGRI

“IL PROGRAMMA STRAORDINARIO PER L’ADEGUAMENTO IMPIANTISTICO-AMBIENTALE A SUPPORTO DEL COMPARTO BUFALINO IN CAMPANIA”

Mercoledì 22 Gennaio 2020, alle ore 17.30, presso il Centro di Educazione e Documentazione Ambientale sito in Via Vaticale snc di S. Maria La Fossa (CE), si terrà il workshop intitolato “IL PROGRAMMA STRAORDINARIO PER L’ADEGUAMENTO IMPIANTISTICO-AMBIENTALE A SUPPORTO DEL COMPARTO BUFALINO IN CAMPANIA”, organizzato nell’ambito del progetto “SOS AGRI”, finanziato dal Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Campania, Misura 16.5.1, il cui responsabile scientifico è il prof. Salvatore Faugno, docente di Meccanica Agraria presso il Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi “Federico II” di Napoli.

L’incontro verterà sul piano straordinario atto ad adeguare dal punto di vista impiantistico-ambientale tutto il comparto bufalino in Campania, grazie agli interventi finalizzati all’applicazione del “Programma d’azione per le zone vulnerabili ai nitrati” della Regione Campania, che recepisce la Direttiva in materia dell’Unione Europea.

Il “Programma d’azione”, attualmente in fase di aggiornamento, prevede per le aziende zootecniche l’obbligo di soluzioni più idonee per il trattamento e la valorizzazione agronomica dei reflui zootecnici, con l’obiettivo di ridurre l’inquinamento da nitrati delle acque superficiali e profonde dei terreni agricoli. La realizzazione richiederà la formazione di partenariati pubblico-privati. Le proposte potranno consentire la definizione di un Accordo di Programma Quadro con il Governo nazionale.

Un’attenta gestione dei reflui zootecnici unitamente a pratiche di gestione e ottimizzazione delle risorse idriche consente un maggior contenimento dei principali danni ambientali legati all’allevamento bufalino, e alla zootecnia più in generale. Il progetto collettivo si pone l’obiettivo di sensibilizzare gli allevatori bufalini della Provincia di Caserta al problema delle emissioni di ammoniaca e all’ottimizzazione della gestione dei reflui zootecnici attraverso attività divulgative e dimostrative. In particolare, esso è rivolto alla comprensione delle opportunità di miglioramento aziendale offerte dall’implementazione di tecniche a basso impatto ambientale, supportate tra l’altro dal PSR della Regione Campania. Le aziende coinvolte saranno stimolate e animate verso temi quali le tecniche di spandimento, al fine di ridurre le emissioni di ammoniaca in atmosfera, concomitantemente con l’utilizzo dei moderni sistemi di consiglio irriguo basato su immagini satellitari e buone pratiche per il contenimento del dissesto idrogeologico del suolo e la riduzione del rischio erosivo. Tutto ciò concorre al raggiungimento dell’obiettivo globale di informare gli allevatori/agricoltori sulla possibilità di trarre vantaggio dall’adozione di una gestione integrata delle risorse ambientali ottimizzata e sostenibile. Per maggiori informazioni sull’incontro è possibile contattare la dott.ssa agronomo Rossella Piscopo, Cell. +39 3281397684.

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*